Fotogallery

Centro storico
 Chiesa Madre
 Convento degli Antropici


   

News di Cronaca - ANSA.it

Geomorfologia

Dorsale di NocaraDorsale di Nocara

Il rilievo su cui sorge l'abitato di Nocara si sviluppa in direzione appenninica dal torrente Canna (a sud) fino al Convento degli Antropici (a nord), raggiunge l'altezza massima di 860 m. sul livello del mare ed è costituito da una successione torbidica silicoclastica riferibile al Serravalliano (circa 10 milioni di anni fa) che è conosciuta, nella letteratura della geologia regionale, come Unità di Nocara.
I versanti della dorsale di Nocara, limitati in estensione, ad andamento per lo più convesso, sono spesso interessati da crolli o frane che provocano grossi problemi a valle. Trattasi di blocchi rocciosi anche di notevole mole appartenenti al Serrone che formano un'anticlinale a fianchi ripidi fino al 60-65% di pendenza troncata qua e là da superfici di faglia. Nella parte centrale, più elevata, meno accive e nn soggetta a fenomeni di crollo, si estende l'abitato attuale di Nocara.



Dorsale Colle S. Dilego - Monte Coppolo

La dorsale Colle S. Dilego - Monte Coppolo, che raggiunge la sua massima elevazione in presenza di quest'ultimo dove supera i 900 m. s.l.m., è costituita da una successione di età burdigaliana (15-20 milioni di anni fa circa) che è conosciuta nella letteratura della geologia regionale con iltermine di Flysch Numidico. Si tratta di una successione, dai caratteri composizionali molto particolari, costituita esclusivamente da granuli di quarzo arrotondati. I versantiv di questa seconda catena collinare si presentano meno ripidi, ad acclività media, ad andamento concavo e localmente si hanno pareti ripide (Colle della Cappella) o zone subpianeggianti.

Aree circostanti

Le aree circostanti le dorsali appena descritte sono occupati da terreni a prevalente componente argillosa, conosciuti nella letteratura della geologia regionale con il termine di argille varicolori. Queste sono più antiche delle successioni arenitiche che costituiscono i rilievi di Nocara e di Serra Maggiore, infatti, vengono riferite ad un età compresa tra il Cretaceo e l'Eocene (100-38 milioni di anni fa). Questi terreni, essendo molto teneri, sono sede di erosioni accelerate e di innumerevoli fenomeni franosi. I particolari rapporti geometrici tra i corpi arenitici - che costituiscono l'ossatura dei rilievi più elevati - e la circostanti argille varicolori, favoriscono la presenza di numerose sorgenti ai piedi dei suddetti rilievi. Tra queste, di particolare importanza, risulta essere la sorgente del Convento degli Antropici che sicuramente ha favorito l'insediamento di attività umane fin dai tempi più remoti.

Piano della noce

L'unica zona a bassa acclività e parzialmente in depressione è rappresentata dal Piano della noce, a sud-est del centro abitato. Trattasi della parte alta di un ampio versante dato da una coltre detritica prodotta, durante l'Olocene, dal disfacimento accelerato del Membro del Serrone. La citata depressione attulamente quasi colmata da depositi alluvionali, rappresenta la sede di un antico laghetto collinare - montano prosciugato. Risulta, inoltre, parzialmente ed occasionalmente interessata dalla caduta di blocchi rocciosi dalla sovrastante parete della dorsale di Nocara (troncata dalla linea di faglia con piano subverticale).

Altimetria

L'andamento altimetrico del territorio è caratterizzato e condizionato dalla dorsale di Nocara, stretta e lunga (circa 3 km dal Convento degli Antropici alla masseria Conforti), con direzione NNO-SSE. Lungo la parte sommitale si hanno tre limitate aree, a circa uguale altezza sul livello del mare, che si elevano rispetto al resto del crinale:- zona cimitero (m. 861 s.l.m.);- zona serbatoio (m. 860 s.l.m.);- zona centro abitato, più estesa delle altre, ma con punta massima d'altezza uguale (m. 861 s.l.m.). Le varie fasce lungo i versanti vanno allargandosi da monte a valle. Via via che ci si allontana dalla dorsale di Nocara, le quote si abbassano mantenendosi comunque sempre su valori più o meno alti di pendenza (media generale 35%).

Idrografia


Dal punto di vista idrografico, ilterritorio del comune di Nocara è suddiviso dalla catena montuosa di S. Dilego - Monte Coppolo in due grandi zone: quella orientale e quella occidentale. La cresta della dorsale costituisce il limite del bacino imbrifero dei due organismi geologici più importanti: canale Ragone a ovest e torrente Canna ad est, sud-est, tipici corsi d'acqua a prevalente carattere di fiumara ed a regime torrentizio. In particolare comunque.

Lo scorrimento ed il deflusso delle acque superficiali avviene soprattutto seguendo le incisioni naturali (canali e fossi) ma ancheclungo delle direzioni preferenziali, come rivelano delle piccole incisioni locali, prodottesi laddove a prevalere sono i termini meno resistenti e la pendenza è più accentuata. Tra i prinicipali canali affluenti del torrente Canna si annoverano in ordine di priorità di grandezza: canale Roccolo, nel cui bacino si segnalano canale Spartosa e canale S. Vuglione, canale Massa, Canale S. Acqua, canale Bracciante. Tra i principali affluenti del canale ragone si citano: fosso Passa Acqua nel cui bacino imbrifeo si annoverano canale Sacciardi e canale Pantano, canale della Porretta, canale Gommello, canale Serrosa.

Ad ceccezione del torrente Canna e del canale Ragone, che hanno raggiunto uno stadio di senilità, tutti gli altri possono considerarsi organismi idrologici in fase di continua evoluzione. Per quanto riguarda la circolazione idrica sotterranea, essa crisulta influenzata e condizionata dalla natura, dalla struttura e infine dall'assetto geo-lito-stratigrafico dei terreni. Trattasi quasi sempre di permeabilità per fessurazione e stratificazione. Le falde freatiche più attive sono presenti lungo la dorsale di Nocara (Serrone), alle pendici della quale si segnalano: fontana S. Vuglione, fontana del Cervo, fontana Cavolicelli, fontana Massa, fontana dell'Ortale, fontana Meraghi.

Comune di Nocara - Provincia di Cosenza - Via Polmo 8 - Cap 87070
Tel e Fax 0981- 934442 - Email :
info@comune.nocara.cs.it
PEC :
info.comune.nocara.cs@asmepec.it - sindaco.comune.nocara.cs@asmepec.it

P. IVA 01792920785

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.157 secondi
Powered by Asmenet Calabria